Salta al contenuto

Daoyin Tai Chi

Giuseppe Gualdani

Insegnante: Giuseppe Gualdani

Insegnante di wushu dal 1993 ad oggi riconosciuto dalla FIWuK Federazione Italiana Wushu Kung Fu. Dirige l'Istituto di Wushu di Firenze ASD, . Inizia lo studio del wushu/kungfu nel 1979 sotto la guida del maestro  Pattarino. Dal 1987 studia il Changquan e il Taijiquan con la Prof.ssa Yang Li pdell' Università dello Sport di Beijing, sotto la sua direzione si specializza nell’insegnamento del Wushu della Cina Popolare. È allenatore della FISD federazione italiana sport disabili dal 1993 al 2001. Nel 2008 sviluppa il metodo Giocowushu® (4-6 anni), corso propedeutico all'allenamento Wushu.  

Orario Lezioni

lezioni di 1 h

MERCOLEDI-VENERDI ore 10.00  
MERCOLEDI ore 19.10

Il Daoyin è una tecnica psicofisica cinese dalle radici antichissime finalizzata originariamente sia alla cura della salute che alla purificazione del corpo e dello spirito. La parola “gong” significa “abilità, lavoro”; “qigong” è dunque il lavoro sul qi.

Unisce attività respiratoria, mentale, fisica e automassaggio al fine di regolare la circolazione di energia e sangue all’interno del corpo.

I suoi movimenti morbidi, fluidi ed armoniosi sono studiati per facilitare il deflusso dell’energia vitale in tutto il corpo, sciogliere le articolazioni, tonificare e ossigenare i muscoli, rilassare il sistema nervoso.

Il Daoyin Yangshenggong (esercizi di nutrimento vitale daoyin) è il risultato di una lunga e profonda ricerca condotta dal professor Zhang Guangde dell’Università per l’Educazione Fisica di Pechino sulle antiche tecniche del daoyin.

con il Maestro Giuseppe Gualdani, allievo del Maestro Fabio Smolari

Spingere la barca in favore di corrente“: Fai qualcosa perchè quella cosa accada!

“Il vento spazza via le nubi grigie”

Flettere il corpo e spazzolare gli stivali

Il fior di loto esce dell’acqua

Due draghi giocano nell’acqua

 

ecco alcuni dei nomi poetici per esprimere i movimenti fluidi e sciolti, ampi e distesi, della Ginnastica Energetica Cinese – Daoyin, la “via del nutrimento vitale”.

Alla base del Daoyin vi è il concetto di Qi: l’energia che anima dall’interno tutti gli esseri viventi. Veicolo di contatto e unione tra mente e corpo, il modo più semplice per influire direttamente sulla circolazione del qi nel nostro copro, è l’attività fisica. Con movimenti al ritmo costante di una respirazione profonda e naturale, la mente si calma e diviene padrona del corpo, giungendo ad indurvi mutamenti posturali e motori sorprendenti e inattesi.

 

Per tutti coloro che chiedono:

    • di fare un’attività che migliora la salute e potenzia l’energia vitale
    • di svolgere una attività fisica completa che serva  a migliorare la scioltezza dei movimenti, a potenziare la qualità dell’attenzione e della concentrazione;
    • di realizzare tutto ciò in una dimensione rilassata e accogliente, che favorisca la relazione e sia rispettosa dei tempi di apprendimento dei singoli.

 

” Soffiando, inalando, espirando ed aspirando, espellono il vecchio per assorbire il nuovo. Si scrollano come gli orsi e si stirano come gli uccelli. Fanno ciò per prolungare la vita, sono gli adepti del Daoyin, gente che nutre la propria forma emulando Peng il vegliardo.”

Zhuangzi, Keyi

 

Per approfondire:

http://www.daoyin.it/

“Il Daoyin” di Fabio Smolari, ed. valigie rosse

Daoyin